Come affrontare il primo giorno di scuola per i piccolissimi

Il primo giorno di scuola per i bambini che andranno alla materna (o alla scuola per l’infanzia, come si usa chiamarla oggi), è un grandissimo passo. Rappresenta il primo vero distacco dal nucleo famigliare, e molto spesso risulta difficile non solo al bimbo, ma anche ai genitori. Non importa se vostro figlio è già stato al nido, con la baby sitter o con la nonna per lungo tempo, il primo giorno di scuola è sempre il primo giorno di scuola. Ricordo perfettamente il primo giorno d’asilo di entrambi i miei bambini, e nonostante la mia esperienza di educatrice e la gran quantità di bambini visti nella stessa situazione, non posso negare la grande emozione, nel vedere quei faccini che mi guardavano imploranti, con gli occhioni lucidi e pieni di coraggio.

Ma come rendere questo momento semplicemente una forte emozione e non una tremenda tragedia?


Ricordatevi sempre che i vostri bambini sono perfettamente in grado di capire e ragionare, per cui iniziate con qualche giorno di anticipo a descrivergli senza ansia e con serenità la situazione in cui si troveranno: ci saranno molti altri bambini, e le maestre, ci sarà un pochino di confusione perchè tutti saranno emozionati, probabilmente anche noi saremmo emozionati… e così via, in modo che il vostro piccolo possa comprendere le emozioni che proverà, rideteci insieme, rendetela una cosa divertente. Ditegli in piena sincerità che forse anche a voi verrà da piangere, ma spiegategli che le vostre lacrime saranno di gioia per il fatto di vederlo essere diventato così grande e indipendente. In questo modo quando vi vedrà con gli occhi lucidi, non penserà che state soffrendo, ma sarà orgoglioso di se’ stesso.

Preparate lo zainetto con tutto il necessario insieme, fategli vedere ed ammirare le sue cose. In alcuni asili, per i primi giorni lasciano portare il proprio peluche, ma in altri non è possibile. Vi consiglio di dare al bimbo qualche cosa di vostro, dicendogli che gli servirà per fargli compagnia e ricordarsi che la mamma, qualunque cosa succeda al mondo, tornerà a prenderlo! Personalmente ho risolto con un braccialettino di corda colorata, ne ho comprato due uguali, uno per me e uno per il mio piccolino, lo abbiamo indossato solennemente con un abbraccio e con la promessa che ci avrebbe reso inseparabili! Vi assicuro che funziona!

Se possibile portate i bambini a vedere la scuola qualche tempo prima, se possibile anche la classe, ma eventualmente va bene anche vederla da fuori. Sapere dove si deve andare rende il “viaggio” più facile!

Arrivati al grande momento dimostratevi sicure e felici, i bambini sentono la vostra ansia e la vostra indecisione, se possibile evitate di tenere il bambino in braccio, quando siete tranquille e rilassate lo tenete per mano e avanzate fiduciose. Non dilungatevi in saluti eterni, basta un semplice – Ciao, divertiti, tra poco torno a prenderti!-

Evitate tutte quelle inutili frasi del tipo – obbedisci alla maestra, comportati bene, non piangere…-  sono assolutamente inutili, aggiungono peso e disagio e non aiutano a superare la difficoltà.

Un altro semplicissimo consiglio è: solitamente le maestre sanno quello che fanno, ci sono già passate e sanno gestire il momento di crisi, quindi ascoltatele e seguite fiduciose i loro consigli.

Un’ultima cosa: mettete in conto che qualche lacrima può sfuggire! Non pensate che vostro figlio piangerà tutto il giorno, non succede praticamente mai! Di solito i bambini piangono per alcuni secondi dopo la partenza dei genitori e al massimo per l’emozione quando li rivedono! Per il resto giocano e si distraggono!

Buon primo giorno di scuola piccolini!

aaa

Comments are closed.