Il bosco incantato

Qualche tempo fa, qualcuno mi ha detto che esiste, non so in che paese lontano, di non so che remoto continente, un bosco: un bosco grande e strano, un bosco frondoso e boscoso… un bosco…pieno di alberi!

Mi raccontò questo non so chi, che il bosco era misterioso, un bosco bello, un bosco meraviglioso abitato dai personaggi delle favole, che mai erano entrati in una favola perchè non sembravano per niente ai personaggi delle fiabe.

Questo qualcuno che non mi ricordo, mi parlò anche di alcuni personaggi che abitavano il bosco.

Mi raccontò, per iniziare, il mio dimenticato informatore, che nel primo albero alla destra della grande quercia, a venti pini e un castagno dall’entrata, al  quarto ramo, grande tanto come dal suolo al cielo, vive una fata un po’ orbetta e cicciottella, una fata un po’ impacciata e goffa. Una fata molto posata e sensata e molto tranquilla.

E nella casa che sta giusto giusto sotto a questo ramo, vive una strega senza verruche e senza rughe, che non mangia bambini, ma solo lattughe! Una strega piuttosto buona e serena, che non incanta le principesse, ne combatte principi e che usa il pentolone solo per preparare la cena.

Questo signor non so chi,  non mi ricordo niente per bene, mi disse anche che in uno stagno, tre olmi e mezzo pino più in la della casa di questa strega, vive un rospo color marrone, pieno di verruche. Un rospo grande e pesante, con la faccia sempre irritata. Un rospo qualunque e molliccio, ma intelligente. Un rospo che sempre fu rospo. Un rospo che mai fu principe e neanche desidera esserlo.

Non molto lontano dallo stagno, c’è una tana, molto ben protetta e alla vista ben nascosta, dimora di un lupo per niente feroce, però incredibilmente veloce. Un lupo pacifico e apatico, angelico e accademico. Un lupo, in fine, magro e modello di bontà come un agnello!

Mi disse anche la persona che non riesco a ricordare, di un castello nel mezzo del bosco, dove vive una principessa, che non canta, che non balla, che non sa cucire e che non tocca gli animali. Una principessa normaluccia, magretta e palliduccia, che divide il castello con un principe antipatico e poco carismatico, e un re abbastanza sciocco e astigmatico.

Vivono li vicino, un troll noioso, un troll avvilito, un nano molto alto, un gigante piccolo, un orco molto bello, molte matrigne amichevoli, una ragazza abominevole con quattro sorellastre amorevoli.

Vivono, infine, come qualcuno mi ha detto, in questa foresta lussureggiante, boscosa e ricca di alberi, molti personaggi, che non sono mai stati in una storia, perché non sembrano per niente come i personaggi delle storie.

Anche se, adesso che ci penso, non credo che si possa dire che questo è il bosco dove vivono i personaggi delle fiabe che non sono mai stati in una fiba, perchè in effetti non sembrano per niente i personaggi di una fiaba…

Fino ad ora….

 

 

(Questa storia non è mia, ma di un’autrice spagnola di cui non sono riuscita a trovare il nome. Mi sono permessa di tradurla e purtroppo in italiano non rende come in lingua originale, ma ugualmente spero vi piaccia… io l’adoro!)

Giocare tra gli Alberi - Libro

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

, , , , ,

2 Responses to Il bosco incantato

  1. Anonimo gennaio 22, 2016 at 8:55 pm #

    Molto bella

  2. Carolina gennaio 22, 2016 at 8:57 pm #

    Molto bella