La Fatina Dispettosa

C’era una volta nel fantastico mondo fatato una fatina un po’ diversa dalle altre. A lei infatti piaceva fare le magie e gli incantesimi, ma era un pochino dispettosa e si divertiva a fare degli incantesimi strani.

Per esempio un giorno Pinocchio si ritrovò con una trombetta al posto del naso,  un altro giorno cenerentola si ritrovò con una tuta di sci al posto del vestito per il ballo e con un paio di scarponi da neve al posto delle scarpine di cristallo. La bella addormentata iniziò a soffrire d’insonnia e così via tutti gli altri personaggi delle fiabe!

La situazione era diventata davvero insopportabile, tanto che tutti i personaggi delle fiabe si riunirono per decidere il da farsi:

  • Togliamole la bacchetta magica! –
  • Mandiamola via dal mondo incantato delle fiabe! –
  • Mettiamola in castigo! –

Urlavano tutti insieme.

Intervenì allora la MadreFata, capo supremo di tutte le fate del mondo incantato e disse:

  • Questa fatina non è cattiva, è solo un po’ dispettosa, ma non preoccupatevi ci penso io!

Così MadreFata convocò la fatina dispettosa nel suo ufficio incantato e le disse:

  • Ho saputo che ultimamente ti sei data molto da fare con gli incantesimi, e per questo voglio premiarti con una nuova bacchetta magica, più potente e più fatata! –

Che bello, la fatina uscì dall’ufficio incantato tutta felice con la sua nuova bacchetta magica e decise subito di provarla visto che di li passava proprio in quel momento Pinocchio decise di trasformargli il naso in una trombetta un’altra volta! E magica magica bin! Il naso di Pinocchio rimase uguale, ma quello della fatina diventò a forma di trombetta!  Ho che orrore! Corse allora, ma  per la strada incontrò i tre porcellini che stavano giocando felici sotto al sole, e per dispetto decise di far piovere: magica magica bin! Ma proprio sopra la testa della fatina si scatenò una nuvolona nera che lasciò cadere secchiate d’acqua! Povera fatina con il naso a trombetta e tutta bagnata fradicia!

Corse allora per tornare a casa, ma mentre correva incrociò il getto con gli stivale e non potè resistere alla tentazione di trasformare i suoi stivali in due pesanti blocchi di cemento e: magica magica bin! La fatina si trovò con i piedi bloccati in due blocchi di cemento, tutta fradicia d’acqua e con il naso a trombetta.

Iniziò a piangere disperata e tanto pianse che tutti gli abitanti le si riunirono intorno:

  • Scusatemi tutti per essere stata così dispettosa, disse la fatina, non mi ero resa conto di quanto fossi stata insopportabile e maleducata con tutti voi!

Apparve allora MadreFata tutta sorridente e soddisfatta con un solo colpo di bacchetta rimise ai piedi della fatina le sue belle scarpine, l’asciugò tutta e il suo nasino tornò carino come prima!

Da quel giorno la fatina imparò la lezione e usò la bacchetta solo per fare incantesimi carini che facevano felici tutti i suoi amici.

52 Giochi per Conoscere la Natura - Libro

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

, , , , , , ,

One Response to La Fatina Dispettosa

  1. carolina dicembre 29, 2015 at 8:11 pm #

    Bella