Nina e i fiocchi di neve

Nina la renna viveva in un paesino molto, ma davvero molto a nord, vicino al paese di Babbo Natale.

Nina era una piccola renna gentile e simpatica che si stava preparando per il Natale.

Ma quell’anno era successa una cosa davvero strana: eravamo già al 12 dicembre e ancora non si vedeva un solo fiocco di neve!

Tutti nel paese erano molto preoccupati, ma soprattutto le renne, che come tutti gli anni stavano aspettando di essere attaccate alle slitte! Il problema era serio, si discuteva in tutti gli angoli delle piazze, nei bar per renne, nelle scuole per renne, nei supermercati per renne… insomma proprio dappertutto.

Anche a casa di Nina si discuteva del problema e il più preoccupato di tutti era il suo papà. Il papà di Nina infatti era una delle renne di Babbo Natale e come tutti sanno le renne di Babbo Natale hanno bisogno della neve per trainare la slitta dei regali e spiccare il volo per fare il giro di tutti i bambini del mondo a consegnare i regali.

Il Natale di tutti i bambini era in serio pericolo: niente neve, niente regali.

Nina decise che bisognava assolutamente fare qualche cosa per risolvere la situazione. Si chiedeva come mai la fatina del gelo non avesse ancora provveduto a far cadere i fiocchi di neve.

Così Nina decise di andare a casa della fatina del gelo e chiedere direttamente a lei. Il viaggio non era molto lungo, ma era molto pericoloso, perchè la fatina del gelo viveva nel bel mezzo di un grande bosco ed era molto facile perdersi in mezzo a tutti quegli alberi uguali! Ma Nina era determinata a compiere la sua missione e grazie a una buona dose di fortuna arrivò senza intoppi a casa della fatina del gelo. Iniziò a suonare il campanello, suona e suona, non apriva nessuno!

Era mai possibile che la fatina del gelo non ci fosse? E proprio a dicembre quando era il momento di massimo lavoro per lei? Nina suonò ancora il campanello e finalmente la fatina del gelo aprì la porta: era tutta scompigliata, con il pigiama e le pantofolone e i bigodini in testa!

– Nina cosa ci fai qui? Stavo dormendo! Lo sai che non mi sveglio mai prima del 15 Novembre! Disse la fatina del gelo stropicciandosi gli occhi.

– Ma fatina oggi è già il 12 dicembre! Non c’è la neve e il Natale è in serio pericolo!

fatina del geloLa fatina si accorse allora che la sua sveglia non era suonata! Tutta trafelata iniziò a correre, a vestirsi, a prendere la sua bacchetta magica gridando – Presto, presto, sono molto in ritardo! Il Natale ormai è alle porte! Santo cielo come farò? Come farò? E nel frattempo lanciava colpi di bacchetta magica a destra e a manca e spruzzava polvere di neve sopra e sotto e gelava con lo sguardo questo e quello.

Ma la fatina del gelo era una brava fata e in men che non si dica iniziarono a cadere dal cielo dei bellissimi e freddissimi fiocchi di neve!

Il Natale dei bambini era salvo!

 

One Response to Nina e i fiocchi di neve

  1. carolina dicembre 5, 2015 at 9:44 pm #

    Bellissima!