E’ ora della nanna – consigli pratici

Molti genitori lamentano il fatto che i loro bambini hanno difficoltà ad addormentarsi o dormono molto poco. Addirittura recenti statistiche indicano che ben 1 bambino su 5 soffre di disturbi del sonno o addirittura di insonnia. Molto spesso questi disturbi non sono dovuti a reali problemi fisici, ma semplicemente a pessime abitudini.

Ecco a voi una brevissima e molto pratica guida su come stabilire delle nome per andare a letto e dormire tranquillamente:

Iniziamo con una semplice nota informativa:

Quante ore di sonno servono veramente ad un bambino?

I bambini fra i tre e i cinque anni dovrebbero dormire almeno dalle 11 alle 13 ore, per poi arrivare a 9-10 ore dai 6 ai 10 anni e almeno 8-9 ore dagli 11 ai 13 anni.

Detto questo eccoci alle regole base per un buon sonno:

– Fin da piccolissimi bisogna stabilire un orario in cui si deve andare a dormire. Dovete essere molto rigidi sull’orario e concedere solo pochissime eccezioni. Il corretto ritmo sonno veglia si stabilisce solo con l’abitudine. L’orario migliore per i bambini per andare a dormire sono le 21.00. Molti studi hanno provato che coricarsi dopo tale ora rende più difficile dormire.

– La cena deve essere fatta almeno 1 e 1/2 prima del momento di coricarsi. Deve essere leggera e nutriente. Niente fritti o cibi difficili da digerire.

– Prima di andare a letto niente apparecchi elettronici come tablet, cellulari computer… Perfetto invece un gioco tranquillo, come ad esempio memory, oppure una bella fiaba, o leggere un libro per i più grandicelli.

– La cameretta deve essere tranquilla, al buio o per i più piccini con una tenue luce soffusa, ottimo è anche ascoltare della musica rilassante, o suoni della natura. Si trovano in commercio dei cd con questo tipo di suoni.

– Se il vostro bimbo/a è tra i più attivi, spargete sulle lenzuola alcune gocce di olio essenziale di lavanda, che rilassa e concilia il sonno.

– Una buona tazza di latte tiepido o di the, rigorosamente deteinato, prima di andare a letto rilassa.

– Fate indossare ai vostri bambini pigiami comodi, di cotone e non stretti. Allo stesso modo le coperte non devono essere eccessivamente pesanti. Il bimbo non deve avere freddo, ma neanche caldo. Evitate di fargli indossare i calzini mentre dorme, costringono e non lo fanno sentire libero di muoversi.

– Mentre il bambino è a letto evitate di guardare la tv ad alto volume, o di fare molto rumore per casa.

Cercate di essere abitudinari il più possibile, soprattutto con i piccolissimi. Il sonno è soprattutto un’abitudine, se stabilite delle routine e le rispettate, un po’ alla volta saranno i vostri figli stessi a dirvi che hanno sonno e che vogliono andare a dormire.

Inoltre avere dei bambini riposati e che hanno dormito bene tutta la notte gli permetterà di essere più tranquilli anche durante il giorno, di avere maggiore concentrazione e di essere meno scatenati.

Oltre a tutto questo la vostra vita di coppia ne avrà dei benefici, perchè avrete qualche momento tutto per voi alla sera.

bambino addormentato

2 Responses to E’ ora della nanna – consigli pratici

  1. didi settembre 26, 2014 at 8:59 am #

    Questi consigli sono ottimi, per fortuna anch’io ho dato subito degli orari della nanna costanti al mio bambino, nonostante io da piccola non ne abbia avuti. In queste cose confrontarsi con le altre mamme aiuta davvero anche leggere articoli online, e molti altri che parlano delle esperienze di mamma sarebbe davvero pià dura! un abbraccio

  2. Anonimo settembre 26, 2014 at 5:51 pm #

    uff il mio ha 3 anni e ancora dorme pochissimo. Domani mattina vado a comprare la lavanda.