Ho paura del buio!

C’era una volta, proprio vicino a casa tua, una bambina che si chiamava Sara.

Sara era una bimba brava, bella e buona, andava alla scuola per l’infanzia tutti i giorni, faceva i compiti senza neanche un capriccio e quando aveva finito di giocare rimetteva tutti i giochi in ordine. Viveva in una bella famiglia e tutti le volevano bene.

Ma quando faceva buio, per Sara iniziavano i dolori! Era davvero terrorizzata dal buio!

Quando era ora di andare a letto non voleva infilarsi il pigiamino, non voleva lavarsi i denti e faceva di tutto pur di ritardare il momento di trovarsi da sola in camera da letto.

Una volta a letto non c’era modo di farla stare tranquilla, non c’era lucina per la notte, o spiegazione che la salvasse. Nella sua fantasia i mostri si nascondevano ovunque: nell’armadio, sotto al letto, dietro la tenda e in qualsiasi altro angolo buio.

Sara rimaneva tutta raggomitolata sotto alle coperte per alcuni minuti e poi sgattaiolava in camera di mamma e papà e si infilava tra le braccia sicure della mamma.

Il problema era che con il caldo dormire in tre non era poi così comodo, in più Sara cominciava ad essere grande ed a occupare molto spazio. Questa paura doveva essere superata!

Così mamma e papà si sedettero sul divano con la loro adorata bambina e fecero un piano anti mostri:

  1. Controllare tutta la cameretta prima di dormite.
  2. Lasciare accesa non solo la lucina notturna in camera di Sara, ma anche la luce grande in corridoio.
  3. Ispezione approfondita dell’armadio e sotto al letto.
  4. Le tende di notte vanno legate, così che nessun mostro vi ci possa nascondere dietro

E per finire era necessario un guardiano dei sogni!

Quel sabato tutti e tre insieme si recarono in un grande negozio di giocattoli e cerca e ricerca, e cerca e ricerca trovarono un grande orso di peluche morbido e coccoloso ma che il commesso del negozio assicurò essere il miglio guardiano del sonno che esisteva!

Quella sera il piano di battaglia fu applicato alla lettera:

Papà controllò per benino tutta la cameretta, mamma accese lucina e luce del corridoio, l’armadio e il letto vennero ispezionati addirittura con l’uso di una torcia elettrica, le tende vennero legate con un bel nastro rosa! Ed infine Sara si stesa tranquilla sul suo lettino accompagnata del suo bel orsetto guardasonno!

Quella notte Sara dormì tranquilla e felice e da quel giorno non ebbe più paura di dormire nella sua cameretta.

La Nanna è Facile! - Libro

, , , , ,

Comments are closed.