La lupa ferita

Nel mondo delle fiabe, cari bambini, ben sappiamo che le cose funzionano diversamente che da noi. Gli animali parlano, gli alberi camminano, le fate volano, insomma, tutto è possibile. Ma ci sono posti incantati anche nel nostro mondo: come ad esempio il bosco.
Vi è mai capitato di fare una bella passeggiata nel bosco? Se vi è capitato sicuramente sapete di che cosa sto’ parlando: il profumo del muschio, i raggi del sole che filtrano tra le foglie, il verde intenso dei pini, i funghi che appaiono improvvisi, ma soprattutto il silenzio e il senso di vago mistero che sempre circonda i boschi. Se siete stati fortunati sarete anche riusciti ad avvistare qualche cerbiatto, o qualche marmotta.
La storia che oggi vi voglio raccontare non ha niente di magico e misterioso, ma parla di della bontà di una famiglia di contadini e di una povera lupa.


He già bambini, perchè dovete sapere che i lupi esistono veramente, ma nella verità non sono cattivi come nelle favole, non mangino le bambine con le mantelle rosse, non si travestono da mugnaio e non entrano per il camino. I lupi sono degli animali molto simili ai cani, a loro piace vivere in compagnia dei loro simili, vanno a caccia solo quando hanno fame e sono degli animali schivi e timidi. Purtroppo, anche a causa degli uomini, sono rimasti in pochi e la loro vita non è per niente facile.
Ma torniamo alla storia della nostra lupa, una bella lupacchiotta che aveva scorrazzato nella vita insieme al suo branco e un brutto giorno si era ferita, non sappiamo come, ad una zampa. Poverina, non potendo più correre e cacciare si era ritrovata sola a girovagare per il bosco, affamata e triste. Ormai allo stremo delle forze si ritrovò ai margini del bosco e si avvicinò disperata ad una casetta. In quella casetta viveva una famiglia di contadini, che come noi tutti era cresciuta pensando ai lupi cattivi. Ma come accade a tutte le persone che hanno un anima buona era bastato un solo momento e un solo sguardo per capire che quella povera lupa non era intenzionata a far loro del male, ma anzi aveva un disperato bisogno d’aiuto. Così, con estrema cautela per non spaventarla le avvicinarono una ciotola con del cibo e una con dell’acqua. La lupa, prima un po’ timida e diffidente, mangiò tutto e sfinita si addormentò. Nel frattempo il contadino chiamò il veterinario, che arrivò di tutta fretta aiutato da tante persone buone. Curarono la zampa ferita della lupa, che in pochi giorni si ristabilì completamente e potè tornate nel bosco con i suoi compagni. La storia bambini finisce qui, ma spero che nel cuore vi sia rimasta una piccola perla che vi aiuterà nella vita a riconoscere i buoni e i cattivi in ogni situazione.

aaa

, ,

One Response to La lupa ferita

  1. carolina dicembre 7, 2015 at 8:38 pm #

    Molto educativa. Super bella!